Progettare il punto vendita del futuro: 3 importanti osservazioni tratte dal NRF Retail’s BIG Show 2017

Nel frenetico mondo del retail, per il consumatore l’innovazione è un fattore chiave di successo, e quale evento migliore del NRF Retail’s BIG Show di New York per presentare le innovazioni più recenti?

Il BIG Show definisce l’agenda relativa al settore retail per l’anno a venire, e vede società hi-tech e retailers riunirsi per discutere dei principali argomenti e tecnologie di tendenza per i susseguenti dodici mesi. Ecco alcune importanti osservazioni che ShopperTrak ha estrapolato dall’evento di quest’anno:

La conoscenza della clientela si fonda sui dati

Sebbene l’importanza di avere a disposizione enormi quantità di dati non sia una novità, nelle varie sessioni molti speakers hanno sottolineato la necessità di conoscere nei minimi dettagli l’identità del consumatore e cosa questi esige dall’esperienza retail, con particolare riferimento al punto vendita.

Rod Sides, vice presidente di Deloitte USA Retail&Distribution, ha dichiarato che meno della metà (47%) dei consumatori si ritiene soddisfatta quando effettua degli acquisti in punti vendita tradizionali. Pertanto, è necessario fare di più per analizzare e interpretare il comportamento degli acquirenti.

Conoscere e comprendere il cliente a 360° è uno dei pilastri fondamentali del brand ShopperTrak, non solo mediante i nostri dati sul traffico, ma grazie al più ampio potenziale di Tyco Retail Solutions.

Quest’anno, al nostro stand del NRF, abbiamo avuto il privilegio di presentare degli strumenti di profilazione di avanguardia tecnologica che consentono ai retailers di identificare gli acquirenti mediante dati demografici, nonché raccomandare loro dei prodotti sulla base di tali conoscenze.

Il personale del punto vendita va formato e responsabilizzato

Nel corso del NRF di quest’anno è stato lanciato un nuovo programma di formazione chiamato “RISE Up”, ideato per attirare nuovi talenti nel settore. Uno dei temi più discussi, infatti, ha riguardato le competenze e la produttività del personale.

Lungi dal rimpiazzare il punto di contatto umano, i principali speakers dell’evento convengono sul fatto che la tecnologia permetterà al talentuoso staff a diretto contatto con la clientela di interagire meglio con essa, in quanto avrà a disposizione importanti dati operativi. Ciò è già stato più volte evidenziato da ShopperTrak; i nostri store manager, infatti, hanno accesso a informazioni riguardanti i trend di affluenza oraria grazie alla nostra dashboard online ottimizzata per mobile, dati che consentono loro di gestire efficacemente il personale e assegnare i compiti a seconda dei casi.

I dipendenti, inoltre, diventeranno customer-focused grazie all’intervento della tecnologia sui processi logistici che intralciano le loro capacità di servire e vendere al cliente. Ad esempio, Tyco ha usufruito del nostro stand al NRF per evidenziare gli sviluppi più recenti in merito all’automazione dell’inventario, e ha presentato ai retailers un dispositivo che perlustra il punto vendita quando questo è chiuso, fornendo sia un servizio di sicurezza interna che di scansione delle etichette intelligenti RFID, così da effettuare un check accurato della merce in-store.

Smartphone ancora più “smart” nell’interazione con i clienti

Dopo il lancio di Amazon Go, si è discusso molto circa il ruolo del mobile all’interno dell’esperienza di acquisto tradizionale e le opportunità che quest’ultima riserva ai retailers.

In qualità di dispositivo multicanale riconosciuto all’unanimità, è stato ampiamente ribadito dagli speakers della NRF che il coinvolgimento, l’interazione e la fedeltà all’interno del punto vendita devono essere convogliati attraverso gli smartphone dei consumatori. In caso contrario vi è il rischio che gli acquirenti utilizzino i propri cellulari nel modo sbagliato, come ad esempio ricercando i prezzi online e acquistando il prodotto ad un prezzo inferiore da qualche altra parte.

Fortunatamente, la NRF ha presentato diversi metodi innovativi in cui la tecnologia mobile risulta essere in grado di ridefinire la modalità di interazione tra retail tradizionale e consumatori. Ad esempio, lo stand di ShopperTrak/Tyco Retail Solutions ha presentato una nuova soluzione di sicurezza mobile-based che consente ai clienti di disattivare le etichette antitaccheggio tramite lo smartphone.

Allo stesso tempo queste etichette intelligenti possono apportare un valore aggiunto all’esperienza retail: esse sono in grado di modificare dinamicamente i prezzi al fine di ottimizzare il costo degli articoli conformandosi alla concorrenza. Di conseguenza è chiaro che la produttività e il valore non sono solamente esclusiva del personale.

E tu quali conclusioni hai tratto dal NRF Retail’s BIG Show 2017? Condividi con noi le tue opinioni su Twitter @ShopperTrakEMEA.

 

Share:
0 Comments

Comments are closed

Back