Eventi e punti vendita: l’era del Retailtainment!

Blog
da ShopperTrak on 21-11-18

Le alte temperature registrate quest’estate in Europa hanno invogliato i retailer ad organizzare alcuni eventi alquanto intriganti. In Finlandia, ad esempio, K-Supermarket ha invitato 100 clienti a trascorrere la notte nel suo punto vendita climatizzato di Helsinki per sfuggire all’ondata di calore.

I consumatori bisognosi di refrigerio e di sfuggire alle notti afose sono stati invitati a pernottare presso lo store, ricevendo inoltre cena e colazione su richiesta. Un’idea fantastica per incrementare il brand engagement e attirare più persone nel punto vendita!

L’iniziativa di K-Supermarket è nata in conseguenza all’ondata di caldo, ma molti retailer e brand ospitano eventi e occasioni speciali nei loro locali tutto l’anno per dare ai clienti un buon motivo per visitare i propri punti vendita.

Abbiamo selezionato cinque esempi lampanti di eventi retail attira-traffico organizzati in tutta Europa.

1. Workshop fai-da-te per sole donne presso Bauhaus

Il workshop fai-da-te per sole donne organizzato da Bauhaus, retailer europeo del DIY, è stato un grande successo, in quanto ha dato alle consumatrici la possibilità di riunirsi nei punti vendita tedeschi per ricevere consigli su progetti di miglioramento domestico e sulle attività quotidiane svolte in casa.

Con un calice di Champagne in mano e in compagnia di persone accomunate da mentalità affini, numerose donne hanno avuto la possibilità di parlare di strumenti e tattiche, oltre a guardare dimostrazioni di fai-da-te. Gli eventi mirano a rendere il fai-da-te comprensibile e semplice, incoraggiando un nuovo gruppo di consumatori – le donne – a sviluppare nuove competenze tra una posa di piastrelle e una trivellazione. Bauhaus può sfruttare questi incontri come un’opportunità per esibire i propri prodotti e le proprie competenze, e magari attirare nuovi clienti per la vita.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=69&v=GhkoSkJmkD4

2. Gli incontri all’Hotel Chocolat

Hotel Chocolat, con sede nel Regno Unito, sta espandendo la propria influenza in tutto il continente: recentemente, infatti, ha siglato un nuovo accordo di franchising per estendere la propria presenza in Danimarca. Gli “incontri al cioccolato”, dove gli ospiti pagano 10 sterline per ricevere trattamenti VIP e partecipare a degustazioni di cioccolato in una location di lusso, sono stati riconosciuti come una tattica chiave per incrementare il customer engagement nel corso dell’ultimo anno di esercizio.

“La profonda conoscenza dei nostri team commerciali formatisi presso la School of Chocolate e le nostre sessioni sperimentali denominate “Incontri al cioccolato” continuano a sostenere il fascino del nostro modello multicanale”, ha affermato Angus Thirlwell, CEO e co-fondatore, all’inizio di questa estate.

3. Le sessioni di gioco di Footlocker

Il nuovo punto vendita a due piani di Footlocker, sito in Oxford Street a Londra, offre prodotti premium nonché uno spazio per ospitare eventi.

Ruotando attorno al concetto di Xbox Experience Zone, l’area eventi vuole consentire ai gamer di visitare e mettere alla prova le proprie capacità; inoltre, se lo desiderano, possono creare il proprio controller personalizzato tramite l’Xbox Design Lab. Sono le partnership strategiche come questa che rendono gli eventi in-store un vero successo, soprattutto se i retailer collaborano con marchi aventi una clientela simile.

4. Lululemon e lo Sweatlife Festival

Per il terzo anno consecutivo, nel 2018 il retailer di abbigliamento sportivo Lululemon ha tenuto il suo Sweatlife Festival di due giornate a Londra.

L’evento, che quest’anno si è svolto anche a Berlino e Parigi, ha dato al marchio l’opportunità di presentare una nuova gamma esclusiva, integrata con sessioni gestite da esperti di fitness e relatori motivanti, tra cui i fondatori di Park Run e Good Gym.

Sebbene non abbia luogo nei punti vendita effettivi, l’evento annuale offre a Lululemon l’opportunità di interagire con i suoi fedeli clienti e rafforzare i rapporti con i consumatori inserendosi nella comunità che intende servire.

5. Domande e risposte con gli esperti di Fjällräven

Il retailer svedese di zaini da viaggio e attrezzatura da esterni Fjällräven ospita eventi che riflettono il brand; tra questi vi sono le discussioni sull’ambiente, tenute in formato Q&A con esperti di trekking.

L’obiettivo è quello di garantire che i consumatori sviluppino e mantengano un interesse per la vita all’aria aperta, e il tutto viene introdotto nei punti vendita per dare al business l’opportunità di promuovere i propri prodotti e offrire ai consumatori informazioni cruciali sul loro hobby. Nel 2005, il brand ha lanciato Fjällräven Classic in Svezia, un programma escursionistico per incoraggiare più persone a praticare trekking sulle montagne svedesi. Da allora ha abbracciato percorsi più accessibili incoraggiando i neofiti a praticare questo sport in Danimarca, Stati Uniti e Hong Kong.

I cinque diversi esempi illustrati mostrano come i retailer e i marchi possono offrire valore aggiunto ai propri clienti e, a giudicare dal loro successo e dalla longevità di alcuni eventi, devono fornire un ritorno sull’investimento (ROI) degno di nota. Con l’avvento della tecnologia, come la realtà virtuale, possiamo prevedere diverse opportunità, ad esempio, per le aziende di viaggio, i retailer di tecnologia e gli operatori del lusso, con le quali offrire ai consumatori la possibilità di visitare un punto vendita e sperimentare prodotti e servizi prima di effettuare un acquisto.

Anche i centri commerciali assumono un nuovo profilo, trasformandosi in destinazioni per consumatori in cerca di nuove esperienze. Lo spazio fisico del centro commerciale sta subendo un cambiamento, ma ciò che non è cambiato è il desiderio tipicamente umano di socializzare.

Traccia il traffico degli eventi e consolida i tuoi successi

È necessario misurare l’impatto del traffico esercitato dagli eventi in-store, nonché monitorare accuratamente i tassi di conversione per garantire il raggiungimento degli obiettivi e il ritorno sugli investimenti. Potrebbe accadere che gli eventi generino un ROI solo in determinati tipi di punti vendita o in determinati momenti dell’anno. Una cosa è certa: i dati sul traffico ti indicheranno la strada da seguire.

Contatta ShopperTrak se desideri migliorare le prestazioni dei tuoi punti vendita in base agli insight sui dati di affluenza.

Sei pronto a portare il tuo business al livello successivo?

Clicca qui sotto per iniziare.

Inizia oggi
Leggi più articoli di ShopperTrak