CAMMINANO DA SONNAMBULI I RETAILERS, NELLA CRISI NATALIZIA DEL “CLICK AND COLLECT” ?

Blog
da ShopperTrak on 02-12-14

Dimenticate la “consegna il giorno successivo”: durante questo periodo festivo più clienti che mai si orienteranno verso il “click and collect” per un Natale più conveniente. Ma i retailers sono preparati per questo assalto di attività multi-canale ?

Secondo Verdict, il “click and collect” rappresenterà il 12% della spesa on-line quest’anno nel solo Regno Unito. Con i soggetti “click and collect” medi che spendono un supplemento di £ 27 in acquisti spontanei mentre si trovano nel negozio, ci si trova davanti a un redditizio flusso di entrate, se i retailers sono disposti a trattare con del traffico supplementare.

Il problema per molte aziende è che i loro dati online e offline sono analizzati separatamente, dunque i store manager non sono consapevoli dell’affluenza extra pronta a riversarsi nel loro negozio.
Questo potrebbe significare che durante i periodi di punta dello shopping, il personale di vendita è sottoposto a dello sforzo supplementare nel gestire i ritiri delle merci da parte dei clienti, sforzo per il quale semplicemente non sono preparati – cosa che può compromettere la conversione dei clienti online in dei veri clienti in-store.

Tuttavia, la bellezza del ritiro multi-canale è che i retailers inviano una lettera di consegna che indica ai clienti un periodo di tempo ben definito per ritirare i loro prodotti. Come minimo questo significa che i store manager possono prevedere le affluenze causate dai clienti “click and collect” per i prossimi 7 giorni, se questi dati vengono condivisi con il negozio in questione.

Collegare le informazioni di dispaccio ad altre analisi retail, come il tracciamento degli ordini e le transazioni del punto  vendita dà ai retailer la capacità di costruire un quadro ancora più completo.

calcolare la media dei tempi di ritiro oppure identificare picchi di attività multi-canale. Aggiungendo a tutto ciò le transazioni del punto vendita, si potranno anche stabilire correlazioni tra i ritiri e gli acquisti in-store da parte dei consumatori, in modo da mostrare il vero valore dei servizi “click and collect”

I retailers saranno abbastanza impegnati negli allestimenti natalizi, e l’incremento del “click and collect” potrebbe rendere il punto vendita più affollato che mai – con il personale vendita a fare salti tra i clienti che non hanno ancora fatto nessun acquisto e quelli che invece lo hanno già fatto.
Essere in grado di coniugare analisi relative a tutti i canali permette ai retailers di prendere decisioni informate, come ad esempio ottimizzare il rapporto personale / clienti. Questo crea una migliore esperienza nel negozio per tutti i clienti, e incoraggia gli acquirenti “click and collect” a spendere di più mentre si trovano all’interno del negozio.

Leggi più articoli di ShopperTrak