• Cosa possono apprendere i retailer dal Karneval 2018?

    Il Carnevale tedesco vanta diverse denominazioni, tra cui Karneval, Fasching, Fastnacht e Fassenacht. Nota in tutto il mondo per essere una festa all’insegna del divertimento, le sue origini risalgono ad antiche tradizioni locali. La stagione inizia 52 giorni prima di Pasqua e termina con una settimana di festeggiamenti precedente il Mercoledì delle Ceneri: feste, sfilate in maschera, balli, banchetti e confusione generale animano l’intera nazione.

    I tedeschi la chiamano “la quinta stagione”, a dimostrazione dell’importanza che il Karnival riveste in molte parti del Paese. Il Karneval incarna un grande evento anche oltre i confini della Germania – in particolare in Svizzera, Austria e Lussemburgo – dove baldoria e feste di strada aggiungono colore ed euforia alle città in questo preciso momento dell’anno. Pertanto, mentre il Karneval 2018 è in pieno svolgimento, approfondiamo il potere della tradizione nelle comunità locali e il modo ….

    Per saperne di più
  • Les soldes d’hiver e l’arte francese della generazione di traffico

    La tradizione francese di lanciare mega svendite da gennaio a febbraio, le cosiddette “soldes d’hiver”, è un esempio chiave di generazione del traffico. L’evento ravviva uno dei momenti più cupi dell’anno, offrendo ai retailer uno stimolo commerciale laddove è più necessario. Il nostro consiglio per massimizzare i profitti e fidelizzare i consumatori durante “les soldes” consiste nel prevedere esattamente i periodi di maggiore affluenza e prepararsi dunque ad accogliere le ondate di acquirenti.

    Quest’anno les soldes hanno luogo dal 10 gennaio al 20 febbraio in tutta la Francia, anche se le date variano leggermente a seconda delle regioni. In questo periodo molti retailer come Carrefour, Gap, Mango, Gucci, Bon Marché e Lacoste offrono ingenti sconti e promuovono campagne accattivanti, sia online che in-store.

    Secondo Le ….

    Per saperne di più
  • Retailer, siete pronti a fare faville durante la corsa ai regali last-minute di Natale?

    Non c’è nulla di paragonabile al fermento dei punti vendita brulicanti di consumatori nei giorni immediatamente precedenti il Natale. Il rumore dei registratori di cassa è musica per le orecchie dei retailer, ma il loro operato sarà sufficiente per far fronte ai periodi di maggiore affluenza?

    Capitalizzare al massimo questi picchi è fondamentale per molti settori retail. Il British Retail Consortium riporta che il 34% delle vendite di giocattoli nel Regno Unito si ha durante il periodo di shopping natalizio, e che il 45% delle vendite totali di biglietti di auguri è legato al Natale. I dati sul traffico retail di ShopperTrak rivelano l’esistenza di giornate di picco eccezionali in cui, da Paese a Paese, si registra una notevole attività presso i punti vendita tradizionali. Molti acquisti dell’ultimo minuto ….

    Per saperne di più
  • Specchio, specchio delle mie brame, chi è il consumatore natalizio più bello del reame?

    Questo è il periodo più felice dell’anno, così abbiamo pensato di regalarti un po’ di allegria festiva presentandoti le tipologie estremamente diverse di consumatori natalizi in Europa. In questo momento si stanno tutti riversando a fiotti nei punti vendita, ma come varia il loro comportamento nei diversi Paesi?

    I dati storici sul traffico retail di ShopperTrak ci consentono di sapere quando, dove e in che misura il consumatore ha effettuato l’ultimo acquisto. Utilizzando i dati degli ultimi quattro anni, abbiamo confrontato le informazioni raccolte in diversi Paesi europei durante il periodo degli acquisti natalizi, ossia da fine novembre a inizio gennaio, e abbiamo estrapolato alcune caratteristiche che differenziano i vari tipi di consumatori natalizi.

    Antonio l’organizzato Italia

    Nel tentativo di organizzarsi in anticipo, i consumatori ….

    Per saperne di più
  • In che modo il click-and-collect sta cambiando i modelli di acquisto natalizi?

    Cosa desiderano più probabilmente i retailer per questo Natale? Senza dubbio un servizio click-and-collect in grado di gestire la domanda e soddisfare al meglio i consumatori.

    Secondo il JDA/Centiro Customer Pulse Report Europe 2017, circa la metà (42%) dei consumatori europei ha utilizzato un servizio click-and-collect negli ultimi 12 mesi. Di recente, infatti, il servizio ha spesso influenzato direttamente i modelli di acquisto natalizi, in quanto i consumatori si affidano sempre di più alla praticità e al valore da esso forniti.

    Ma quand’è che tale praticità è più richiesta? E fino a che punto gli acquirenti sono disposti a sottostare ai tempi di attesa per le consegne online invece di entrare effettivamente nei punti vendita?

    Per fortuna, i dati storici di ShopperTrak ci danno un’idea del periodo in cui i ….

    Per saperne di più
  • Previsioni per le giornate natalizie più trafficate in Europa per il 2017

    Con l’avvicinarsi del Natale, i retailer europei si ritrovano ad affrontare un momento critico. I punti vendita si stanno dando da fare per assicurarsi ogni possibile vendita, mentre i clienti affluiscono in gran numero con lunghe liste della spesa alla mano. Il gioco vale decisamente la candela: Statista.com stima che il volume di acquisti natalizi ammonta a 273 miliardi di sterline per il settore retail europeo.

    Tuttavia, le differenze culturali che caratterizzano il continente eserciteranno un’influenza diretta sul traffico, così come sulle possibilità dei retailer di capitalizzare le esigenze degli acquirenti. Per avere un’idea chiara della modalità con cui i modelli di shopping festivo variano da un Paese all’altro, ShopperTrak ha analizzato i picchi di traffico natalizio registrati in Europa nel 2014, 2015 e 2016.

    Il ….

    Per saperne di più