Les soldes d’hiver e l’arte francese della generazione di traffico

La tradizione francese di lanciare mega svendite da gennaio a febbraio, le cosiddette “soldes d’hiver”, è un esempio chiave di generazione del traffico. L’evento ravviva uno dei momenti più cupi dell’anno, offrendo ai retailer uno stimolo commerciale laddove è più necessario. Il nostro consiglio per massimizzare i profitti e fidelizzare i consumatori durante “les soldes” consiste nel prevedere esattamente i periodi di maggiore affluenza e prepararsi dunque ad accogliere le ondate di acquirenti.

Quest’anno les soldes hanno luogo dal 10 gennaio al 20 febbraio in tutta la Francia, anche se le date variano leggermente a seconda delle regioni. In questo periodo molti retailer come Carrefour, Gap, Mango, Gucci, Bon Marché e Lacoste offrono ingenti sconti e promuovono campagne accattivanti, sia online che in-store.

Secondo Le Parisien, la colossale svendita della durata di sei settimane copre i seguenti settori: moda, abbigliamento sportivo, accessori, alta tecnologia, elettrodomestici, giardinaggio, bricolage e arredamento per la casa. Il risparmio in quest’arco di tempo è considerevole: si parte solitamente dal 30-50% fino a raggiungere il 70% col proseguire dei saldi.

Vive la difference!

Mentre la maggior parte dei Paesi europei registra il picco del traffico invernale a fine dicembre, la giornata di shopping stagionale più trafficata in Francia si ha spesso con l’inizio de “les soldes”, giornata che tende a coincidere con la festività nazionale dell’Epifania. Naturalmente lo shopping natalizio in Francia è molto presente, ma attualmente i saldi invernali destano ancora più interesse in termini di traffico.

Dai dati di ShopperTrak si evince che venerdì 9 gennaio è stata la giornata di shopping festivo più trafficata in Francia nel periodo 2016/2017, mentre la giornata di venerdì 10 gennaio si è classificata al primo posto nel 2015/2016.

Per il lancio dei saldi invernali di quest’anno prevediamo livelli di traffico degli acquirenti ugualmente elevati, in quanto i punti vendita partecipanti mirano a mantenere vivo l’interesse dei consumatori con occasioni e offerte fino al 20 febbraio.

A caccia di offerte per tutti i gusti

Quello de “Les soldes d’hiver” è un periodo speciale in Francia perché è l’unico momento dell’anno in cui i punti vendita francesi sono legalmente autorizzati a vendere merce in perdita. Così facendo, i consumatori si riversano in massa generando un’ingente spesa. Nel 2017, il 75,2% dei francesi ha partecipato ai saldi invernali, a dimostrazione dell’importanza che questo evento riveste per la comunità retail. Stando ai dati dell’istituto Ifop, per quest’anno il budget medio ammonta a € 197 per nucleo familiare.

I consumatori amano il fermento che si crea nell’attesa di accaparrarsi i prodotti desiderati al miglior prezzo. I principali grandi magazzini francesi, come Galeries Lafayette, Printemps e Le Bon Marché, sono famosi per applicare notevoli sconti sui brand più famosi. Dal momento che i punti vendita non possono introdurre merce da mettere in vendita, questi riducono i prezzi soltanto sui prodotti che già si trovano al loro interno. Si tratta di un’ottima notizia per i fan dello shopping in cerca di abiti firmati o scarpe di un certo livello, considerando che anche le principali griffe della moda come Chanel, Christian Dior e Louis Vuitton abbassano i prezzi per l’occasione.

Per i consumatori questa è anche un’occasione per godersi i saldi dopo aver subito la stangata delle spese natalizie. Per i retailer, invece, l’obiettivo principale de “Les soldes” è quello di sbarazzarsi delle vecchie giacenze e lasciare spazio alle nuove collezioni primavera/estate.

Vi sono ulteriori vantaggi: il rigido clima invernale cessa di essere un ostacolo allo shopping proprio nel clou delle svendite, generando soddisfazione quando i prodotti, i prezzi e i servizi sono di un certo livello e l’esperienza è piacevole.

È qui che entrano in gioco anche le collezioni primaverili con i nuovi arrivi – a prezzo pieno – disposti in punti ben visibili. Ciò offre agli acquirenti un’interessante anteprima dei potenziali nuovi outfit e accessori. Nel frattempo, i retailer più lungimiranti sfruttano l’opportunità per iscrivere i clienti a programmi di fidelizzazione, promuovendo campagne di marketing durature che potrebbero sfociare in ulteriori profitti nell’anno a venire.

Cambiamenti in vista per “Les soldes”

I retailer operanti in Francia godono attualmente di una serie di picchi invernali: Natale, Epifania e les soldes. Tale tripletta mantiene i punti vendita animati da dicembre a gennaio e il fatturato incerto per tutto l’inverno. Ma nella comunità imprenditoriale francese si avverte sempre più che i consumatori faticano a mantenere l’interesse vivo per così tanto tempo.

Sebbene attualmente ne duri sei, il periodo dei saldi sarà probabilmente ridotto a due settimane nel 2019, secondo quanto afferma Delphine Gény-Stephann, Segretario di Stato per l’Economia, a seguito di una consultazione iniziata la scorsa estate. A Le Parisien ha dichiarato: “I retailer hanno espresso il desiderio di ridurre la durata dei saldi estivi e invernali al fine di focalizzare l’attenzione e creare maggiore necessità poiché, nella percezione del consumatore, un periodo superiore a un mese risulta troppo lungo, smorzando di conseguenza l’interesse”.

Per i retailer tradizionali, sempre più in competizione con gli sconti online offerti durante suddetti periodi di saldi, questa potrebbe essere una buona notizia. Condensare l’attenzione sui consumatori in cerca di occasioni per un mese soltanto significherebbe sbarazzarsi più rapidamente delle vecchie giacenze e un ritorno più tempestivo ai prezzi pieni. Inoltre, impiegando in maniera intelligente i dati del punto vendita, come i tempi di permanenza, i flussi di traffico e l’analisi del comportamento degli acquirenti, è possibile snellire e semplificare le operazioni di vendita, offrendo ai consumatori un’esperienza di gran lunga superiore nella loro caccia alle offerte.

Se sei pronto a scoprire i vantaggi degli strumenti di in-store analytics per massimizzare le opportunità di vendita contatta ShopperTrak oggi stesso.

Share:
0 Comments

Comments are closed

Back