Fatturato in crescita per i tenant dei centri commerciali grazie alla tecnologia contapersone

Blog
da ShopperTrak on 13-06-18

Al giorno d’oggi, ai retailer dei centri commerciali viene offerta una nuova grande opportunità. Grazie agli investimenti delle Property nelle tecnologie di monitoraggio del traffico e nelle soluzioni di analisi dei dati per ottimizzare i propri punti vendita, i retailer usufruiscono di insight immediati che potrebbero aiutarli a incrementare le conversioni e il fatturato.

Il nuovo report di ShopperTrak, “Mall europei: uso dei dati di affluenza per incrementare la redditività”, spiega nel dettaglio quali sono queste opportunità. Il report tratta del mercato in continua evoluzione dei mall europei e illustra in che modo gli operatori dei centri commerciali adattano la propria offerta al consumatore moderno, imparando ad utilizzare i dati sul traffico per aumentare la redditività e supportare al meglio i tenant.

I dati di affluenza a beneficio dei tenant

Il trend che prevede la riqualifica, l’ampliamento, la ristrutturazione e la riconfigurazione dei centri commerciali europei giocherà naturalmente a favore dei tenant, i quali fanno in gran parte leva sullo stile e sull’atmosfera dei centri per attirare la quantità di visitatori necessaria a incrementare il proprio fatturato.

Le migliorie apportate e le campagne di marketing volte ad aumentare il traffico e il tempo di permanenza sono sempre più spesso accompagnate da investimenti in tecnologie contapersone e analisi del traffico da parte delle Property. L’obiettivo è di trarre un ROI dai nuovi centri e dalle spese di marketing a partire dalla misurazione del traffico, in quanto ciò consentirà loro di strutturare il processo di locazione, giustificandone i modelli ai tenant.

La collaborazione come chiave del successo

Ciò implica l’adozione di un approccio più scientifico che vede le Property assumersi la responsabilità di generare traffico, confrontare i risultati e, ove possibile, consolidare i successi. Il trend porta con sé novità incoraggianti per i tenant, i quali dovrebbero registrare un aumento di affluenza nei loro punti vendita e aspettarsi di ricevere molti più insight sulle proiezioni del traffico a lungo termine, le occasioni di maggiore affluenza nonché preziose informazioni sui modelli di comportamento degli acquirenti all’interno del centro commerciale.

Ancora più gradito è il fatto che i locatori più previdenti stiano iniziando a utilizzare i dati di affluenza per valutare il proprio portafoglio di retailer al fine di analizzarne l’andamento e intervenire laddove necessario. “Questo li spinge a chiedersi come poter aiutare i retailer ad attrarre più persone nei punti vendita”, afferma Steve Richardson, UK/UAE Regional & Global Strategic Accounts Director di ShopperTrak. “Forse l’offerta di prodotti non è così attraente come lo era una volta. Potrebbe essere necessario trasferire i retailer in uno spazio più appropriato. Lavorare insieme in questo modo è preferibile alla potenziale perdita di un tenant e al dover fare i conti con eventuali unità vuote”.

L’esperienza prima di tutto

Come illustrato dal nostro report, gli spazi dei centri commerciali faranno sempre più posto ad eventi di socialità, sfilate, dimostrazioni culinarie e pop-up, in quanto il retail esperienziale è sempre più adottato sia a livello locale che internazionale. Le Property più lungimiranti si assicureranno di misurare il traffico generato da questi eventi, stimare il ROI e confrontare il successo delle attività implementate in un ampio portafoglio di location. Se adoperato correttamente, questo è un altro modo con cui le Property possono fornire un valore aggiunto ai propri tenant, giustificando in tal modo i canoni di locazione richiesti e garantendo trasparenza durante il processo di negoziazione dell’offerta.

Brian Field, Senior director, Retail Consulting Practice di ShopperTrak, afferma: “I retailer potrebbero mostrarsi ostili nei confronti di tali operazioni, poiché la convinzione comune è che il traffico del centro commerciale ne risentirebbe. Sebbene i livelli di traffico non siano più quelli di 20 anni fa, il consumatore odierno è molto diverso. Sfruttando il trend della riqualificazione dei centri commerciali, i quali si incentrano maggiormente sull’esperienza del cliente, e non solo sulle transazioni, l’operatore del centro può offrire ai tenant un valore aggiunto rispetto all’operatore che semplicemente affitta a chi pagherà un determinato canone per un periodo di tempo prestabilito”.

Ottimizzare lo staff in base alle ore di maggiore affluenza

Un altro vantaggio per i tenant dei centri commerciali in grado di fornire insight consiste nella capacità di adattare il personale in base ai picchi di traffico. Ad esempio, garantendo la presenza dei dipendenti migliori durante le ore di punta nei weekend o all’ora di pranzo, è possibile incrementare a dismisura i tassi di conversione.

Accedendo ai dati, dirigenti e tenant dei centri commerciali possono prepararsi ai periodi dell’anno di maggior affluenza e concentrarsi sull’aumento delle conversioni nei giorni con più affluenza. I tenant possono essere regolarmente informati sulle ore di punta settimanali o giornaliere previste, o sugli aumenti di traffico portati dagli eventi di alto profilo e dalle promozioni di marketing. Maggiore è la quantità di dati disponibili, migliore sarà la preparazione delle parti coinvolte, motivo per cui il concetto di condivisione dei dati tra Property e tenant viene attualmente esaminato con estrema attenzione.

I dati di affluenza alla base di una crescita futura

I retailer riconoscono l’importanza di utilizzare dati anonimi e location-based sui consumatori per decidere come configurare i punti vendita, commercializzare le gamme di prodotti, presentare promozioni stagionali e pianificare lo staff per l’intera settimana. Nel momento in cui i dati sull’affluenza e sul flusso dei consumatori in possesso dei retailer vengono combinati con i dati demografici, meteorologici, di vendita e di affluenza del centro commerciale, nonché con informazioni sul potere d’acquisto, questi possono iniziare a creare un’esperienza di acquisto altamente coinvolgente per i consumatori e perfezionare le proprie attività operative in linea con i punti dati noti. Inoltre, integrando la tecnologia Wi-Fi e video, si presentano ulteriori opportunità.

L’interesse del settore per i dati non può essere ignorato. Come si evince dal nostro report, i retailer non possono far altro che beneficiare dell’enorme quantità di insight da acquisire grazie ai dati sul traffico. Ne concludiamo che se i manager dei centri commerciali dispongono di insight sul traffico e sul comportamento dei consumatori, essi possono reagire agli eventi che influenzano la popolarità e la redditività delle location. Ma soprattutto, possono aiutare in toto i tenant, i quali si impegnano al massimo per attirare e fidelizzare gli acquirenti, nonché incrementare le conversioni in un mercato sempre più competitivo.

Contattaci oggi per una dimostrazione su come i dati di affluenza possono migliorare i modelli di locazione e aumentare la redditività dei tuoi centri commerciali.

Scarica il report “Mall europei: uso dei dati di affluenza per incrementare la redditività” per scoprire come poter migliorare la redditività dei centri commerciali grazie ai dati di affluenza dei consumatori.

Sei pronto a portare il tuo business al livello successivo?

Clicca qui sotto per iniziare.

Inizia oggi
Leggi più articoli di ShopperTrak