• Centri commerciali e dati di affluenza retail: una strategia vincente

    I centri commerciali europei celebrano un nuovo momento epocale. Westfield London è da poco diventato il più grande centro commerciale d’Europa, dopo aver inaugurato la prima fase del suo ampliamento da 600 milioni di sterline lo scorso marzo. Quando tutte le fasi saranno complete, il centro coprirà circa 250 mila metri quadri, eclissando i giganti esistenti come l’Aviapark di Mosca e il Westgate Shopping City di Zagabria. Abbracciando in toto il “retail esperienziale”, l’impatto del più ampio Westfield London ha fatto sì che diventasse “un luogo di shopping, attività e apprendimento”, secondo la rivista Retail Week.

    Ampliamenti come questo sono stati realizzati in tutta Europa in quanto il mercato dei centri commerciali risponde alle mutevoli esigenze e aspettative dei consumatori. Le Property investono in modernizzazioni e riqualificazioni al fine di mantenere vivo l’interesse per lo shopping ….

    Per saperne di più
  • Retailer, siete pronti a fare faville durante la corsa ai regali last-minute di Natale?

    Non c’è nulla di paragonabile al fermento dei punti vendita brulicanti di consumatori nei giorni immediatamente precedenti il Natale. Il rumore dei registratori di cassa è musica per le orecchie dei retailer, ma il loro operato sarà sufficiente per far fronte ai periodi di maggiore affluenza?

    Capitalizzare al massimo questi picchi è fondamentale per molti settori retail. Il British Retail Consortium riporta che il 34% delle vendite di giocattoli nel Regno Unito si ha durante il periodo di shopping natalizio, e che il 45% delle vendite totali di biglietti di auguri è legato al Natale. I dati sul traffico retail di ShopperTrak rivelano l’esistenza di giornate di picco eccezionali in cui, da Paese a Paese, si registra una notevole attività presso i punti vendita tradizionali. Molti acquisti dell’ultimo minuto ….

    Per saperne di più
  • In che modo il click-and-collect sta cambiando i modelli di acquisto natalizi?

    Cosa desiderano più probabilmente i retailer per questo Natale? Senza dubbio un servizio click-and-collect in grado di gestire la domanda e soddisfare al meglio i consumatori.

    Secondo il JDA/Centiro Customer Pulse Report Europe 2017, circa la metà (42%) dei consumatori europei ha utilizzato un servizio click-and-collect negli ultimi 12 mesi. Di recente, infatti, il servizio ha spesso influenzato direttamente i modelli di acquisto natalizi, in quanto i consumatori si affidano sempre di più alla praticità e al valore da esso forniti.

    Ma quand’è che tale praticità è più richiesta? E fino a che punto gli acquirenti sono disposti a sottostare ai tempi di attesa per le consegne online invece di entrare effettivamente nei punti vendita?

    Per fortuna, i dati storici di ShopperTrak ci danno un’idea del periodo in cui i ….

    Per saperne di più
  • Previsioni per le giornate natalizie più trafficate in Europa per il 2017

    Con l’avvicinarsi del Natale, i retailer europei si ritrovano ad affrontare un momento critico. I punti vendita si stanno dando da fare per assicurarsi ogni possibile vendita, mentre i clienti affluiscono in gran numero con lunghe liste della spesa alla mano. Il gioco vale decisamente la candela: Statista.com stima che il volume di acquisti natalizi ammonta a 273 miliardi di sterline per il settore retail europeo.

    Tuttavia, le differenze culturali che caratterizzano il continente eserciteranno un’influenza diretta sul traffico, così come sulle possibilità dei retailer di capitalizzare le esigenze degli acquirenti. Per avere un’idea chiara della modalità con cui i modelli di shopping festivo variano da un Paese all’altro, ShopperTrak ha analizzato i picchi di traffico natalizio registrati in Europa nel 2014, 2015 e 2016.

    Il ….

    Per saperne di più
  • Cosa possono attendersi i retailer europei dal Black Friday 2017?

    Che piaccia o meno, il Black Friday è diventato un appuntamento fisso nel calendario del retail europeo. Quest’anno l’evento cadrà venerdì 24 novembre, e molti retailer sono già pronti ad offrire generosi sconti al fine di aumentare il traffico, assicurarsi le vendite e riscaldare gli animi in vista delle spese natalizie.

    Prevediamo che, rispetto a un venerdì medio di novembre, la giornata registrerà in tutta Europa un sostanziale aumento del traffico. I dati indicano che il 24 novembre la Spagna potrebbe conseguire fino a un 45% in più di traffico, mentre l’Italia e la Germania potrebbero assistere ad aumenti pari rispettivamente al 40% e al 30%. Allo stesso modo, in occasione del Black Friday, il Regno Unito e la Francia potrebbero registrare picchi di traffico del 20% e dell’8% rispettivamente. Tuttavia, l’incremento di traffico previsto nel Regno Unito e in Francia potrebbe risultare meno significativo rispetto agli anni precedenti, ….

    Per saperne di più
  • Previsione dei picchi di affluenza in Europa

    ….

    Per saperne di più